Case in Vendita e Affitto --> Rimani aggiornato sulle nostre novità! Scarica gratuitamente la nostra App
close x
1 – Acquisti casa in classe A o in classe B?
Puoi detrarre dall’IRPEF, in rate di 10 anni, la metà del’IVA pagata sull’acquisto.
Per esempio, se la casa costa Euro 200.000, l’IVA al 4% prima casa ammonta a Euro 8.000.
Ogni anno recuperi Euro 400 sulle tasse da pagare.
2 – Novità del 2016
Se sei proprietario di una casa acquistata usufruendo dei benefici prima casa (casa A), puoi acquistarne un’altra usufruendo delle agevolazioni prima casa (casa B), purchè entro 18 mesi rivendi la prima (casa A).
3 – Come funzionano le agevolazioni prima casa?
Quando acquisti una casa usufruendo delle agevolazioni “prima casa” ti impegni a trasferire la residenza nel comune dove si trova la casa acquistata e ti impegni a tenerla almeno per 5 anni.
Trascorsi questi 5 anni sei libero di tenerla o di rivenderla.
Se la rivendi e, entro un anno dalla vendita, compri un’altra “prima casa” recuperi le imposte già pagate la prima volta.
4 – Che cos’è l’attestato di prestazione energetica (A.P.E.) e chi lo deve preparare?
E’ un certificato che attesta la classe energetica dell’edificio indicando il dispendio energetico per riscaldare e raffrescare l’immobile.
L’A.P.E. indica quanta energia consuma la casa.
Al pari degli elettrodomestici gli edifici migliori sono in classe A (anche sul territorio non ne esistono ancora se non in rarissime eccezioni), seguiti dalla classe B, C, D e via discorrendo.
La certificazione energetica ha la validità di 10 anni.
5 – Posso vendere anche se devo ancora finire di pagare il mutuo?
Certamente.
Il 90% degli immobili che vendiamo ha ancora mutuo in corso.
Nel momento in cui si andrà dal notaio una parte dell’importo pagato dall’acquirente sarà destinato all’estinzione del mutuo.
La differenza di prezzo verrà pagata con assegno circolare al venditore.